L’ESPERTO DI ÈLAN

CORSA = DIMAGRIMENTO?

 

La corsa è l'attività migliore per dimagrire?

 

La risposta scientifica a questa domanda è "Dipende”. 

Il dimagrimento è un processo tanto unilateralmente ricercato quanto complicato. La maggior parte degli sportivi e utenti del mondo fitness confonde il vero dimagrimento (perdita di adipe) con quello che è in realtà un calo ponderale del peso corporeo (perdita di adipe, acqua e tessuto magro).

Questa è la base errata di partenza per cui si incappa in mastodontici errori di valutazione e interpretazione dei risultati ottenuti.

 

Al netto di valutazioni più tecniche di sola competenza del professionista, quali composizione corporea, postura e stato infiammatorio, che determinano una valutazione dell'attività più indicata per un dimagrimento assolutamente individualizzato e contestualizzato, possiamo analizzare alcune realtà fisiologiche insindacabili.

 

Nell'attività fisica, sia essa cardio ciclica, aerobica ritmica, sovraccarico a corpo libero o pesi, ciò che ne determina l'efficienza e l'efficacia è l'intensità e la durata dell'esercitazione. Ovvero, le molte ricerche in merito, hanno chiarito senza possibilità di errore, che l'attività fisica moderata ha un discreto effetto dimagrante che però risulta essere molto limitato nel tempo, verosimilmente alla sola pratica d'esercizio.

 

Al contrario, l'attività fisica ad intensità medio-alta, permette un effetto di dimagrimento più moderato ma prolungato nel tempo anche post esercizio, fino a 24/36 ore post allenamento. 

Il che porta ad un effetto notevolmente più marcato dell'ossidazione lipidica a parità di tempo d'esercizio. (Dimagrimento) 

Il che dovrebbe far meditare sulla scarsa qualità del tempo speso in interminabili sessioni di attività cardio a moderata intensità.

 

Ecco perché consigliamo sempre un confronto con i nostri Tutor: saranno ben felici di aiutarvi anche in queste valutazioni.

 

Inoltre, specialmente per le Donne, vi possono esser ulteriori fattori negativi derivanti da stress endocrino, circolatorio e linfatico derivanti dagli allenamenti ciclici prolungati.

Ma per questa argomentazione vi rimando al prossimo aggiornamento.

 

 

Paolo Cruder,

Respondabile Tecnico Èlan Vital