L’ESPERTO DI ÈLAN

GRAVIDANZA ED ESERCIZIO FISICO 

 

La gravidanza è un processo fisiologico mutevole per il nostro organismo?

 

Sì, durante il primo trimestre iniziano le prime modificazioni psico-fisiche: aumentano gli ormoni estrogeni e progesterone per la crescita del feto. La postura inizia a modificarsi: la lordosi lombare si accentua, il bacino va in antiversione, con conseguente aumento della cifosi dorsale. Questi cambiamenti posturali modificano pertanto la percezione del corpo, influendo sulla stabilità ad aumentando il carico nella zona lombare (dolore nel 50% dei casi). 

 

L’aumento del peso durante la gravidanza sovraccarica inoltre le articolazioni come anche e ginocchia, che risultano essere meno stabili specialmente negli ultimi mesi a causa di una maggiore lassità legamentosa, causata dalla produzione dell’ormone relaxina. 

L’aumento dell’utero comporta delle pressioni anche a livello del diaframma, il principale muscolo della respirazione, provocando un aumento della ventilazione.

 

Anche nel sistema cardiovascolare ed ematico vi sono dei cambiamenti, in quanto il sangue diventa più denso del 30-40%, rendendo la circolazione più difficoltosa e causando quindi un aumento della frequenza cardiaca del 25%. La dilatazione dell’utero inoltre può comprimere le vene cave e l’aorta in posizione supina protratta a lungo, compromettendo il ritorno venoso.

 

Secondo le linee guida dell’American College of Obstetrician and Gynecologist, in assenza di complicanze mediche, l’esercizio fisico svolto ad intensità moderata, non è solo sicuro, ma raccomandato!

(Articolo: “Guidelines of the American College of Obstetricians and Gynecologists for exercise during pregnancy and the postpartum period, R Artal, M O’Toole, 2003”)

 

Gli esercizi posturali e propriocettivi aiutano a migliorare la percezione del corpo e del respiro, che si modifica continuamente nel corso della gravidanza.

 

L’allenamento aerobico migliora il controllo del sistema cardiorespiratorio, migliora il benessere psicologico ed aiuta a diminuire il ristagno di liquidi.

 

L’allenamento di forza migliora la gestione del peso, riduce il dolore a livello lombare, migliora la percezione del dolore durante il travaglio, mantiene il corpo forte ed allenato, pronto per il giorno del parto!

 

È importante pertanto che il programma di allenamento venga pianificato ed individualizzato a seconda delle esigenze e delle caratteristiche della donna, garantendo anche un repentino recupero dopo la gravidanza. 

 

 

Dott. Federica Rampin,

Tutor Èlan Mestrino